Vienna, città dell’eleganza eterna

Che cosa sarebbe stata Vienna, senza gli Asburgo e Klimt, senza i turchi alle sue porte o i walzer danzati fino a notte fonda? Vienna è una dama dai mille volti che ammicca dall’alto della sua statuaria eleganza. Qui nulla prorompe ma tutto sfavilla: gli austeri palazzi e il bel Danubio blu, le torte al cioccolato e le musiche di Strauss, i finimenti dorati dei cavalli e le statue immortali del Canova. I suoi abitanti sono ben lontani dallo stereotipo austriaco. Eclettici e possibilisti, si mostrano esattamente per come sono: senza pregiudizio alcuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *