Canada, Route 138, fin dove finisce la strada

C’è una strada, in Québec, lunga 1389 km ed è considerata la più panoramica di tutta la provincia canadese. La Route 138 inizia nei pressi di Montreal e termina a Kegaska, seguendo tutto il corso del fiume San Lorenzo e il suo ampio estuario. Attraversa piccoli paesini incagliati lungo la costa, sterminate foreste di conifere e quella taiga solitaria, muta e misteriosa che si staglia all’infinito, monotona e senza tregua.

Dopo Tadoussac, la strada si spopola e si fa più monotona, tanto che ci si può tranquillamente fermare a bordo carreggiata e passeggiare lentamente lungo la via mediana senza temere di venir travolti. Le auto e i camion sono più rari dei caribù. E più si procede innanzi, più i suoni si dilatano e l’eventuale sopraggiungere di un veicolo lo si può addirittura avvertire diversi minuti prima che appaia all’orizzonte. Foreste bruciate si alternano ad acquitrini; casupole di cacciatori a sterrati che conducono nel nulla della landa.

Kegaska, invece, non è altro che un pugno di case sparpagliate e smarrite attorno al suo minuto porticciolo, dove indugiano i pescherecci e sferza il vento severo del nord. Raramente si incrocia qualcuno per la strada e quei pochi in cui ci si imbatte sembrano presenze più che esseri umani. Discendenti dei coloni inglesi che si guardano bene dal parlar francese. E quando la Route 138 si tronca inaspettatamente davanti alle acque con il suo cartello “Fin“, si ha davvero la sensazione di aver raggiunto la fine del mondo conosciuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *