Calais e il freddo vento del nord

Sul vento del nord sono stati scritti libri, canzoni e sceneggiature cinematografiche. I marinai lo scongiurano, gli abitanti lo temono, i poeti lo esaltano. È un vento che spaventa ma affascina, perché soffia gelido e imperioso sia nelle giornate di sole che in quelle di pioggia. Sulle coste di Calais, tra Cap Gris Nez e Cap Blanc Nez, il suo sferzare rende precario ogni equilibrio ma spazza via tutte le impurità che si incuneano nello stretto Canale della Manica tanto che, a volte, nelle giornate particolarmente limpide, si possono addirittura scorgere le bianche scogliere di Dover.

“Ma l’irrequieto vento del nord non era ancora soddisfatto. Parlava a Vianne di città ancora da visitare, amici bisognosi da scoprire, battaglie da combattere…da qualcun altro, la prossima volta”. (dal film Chocolat, di Lasse Hallström).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *